Foliage: di che si tratta, dove vederlo e come fotografarlo

foliage
Con l’arrivo dell’autunno la natura offre l’ultimo spettacolo dell’anno prima della neve: il congedo della bella stagione è offerto dal foliage. Conoscete questo meraviglioso avvenimento naturale? I vostri occhi saranno rapiti da prati dorati, boschi gialli e sfumature rosse. Questo fenomeno del tutto naturale è semplicemente il cambiamento del fogliame degli alberi, che con l’autunno si trasforma in un caleidoscopio di colori bellissimo. Dovete sapere che Canada e Giappone sono stati per anni le mete doc per ammirarlo. Ma non serve volare così lontano, anche in Italia, dai boschi del Trentino all’Altopiano della Sila in Calabria, fino al Pollino, sono tanti i luoghi dove poter ammirare il fall-foliage. Ogni anno porta infatti migliaia di persone a viaggiare tra parchi storici, sentieri di montagna e colline dolci, per cogliere tutte le sfumature autunnali della natura.

 

Quando e come si cattura questo fenomeno?

In realtà è molto semplice, scegliete una giornata soleggiata e cercate di puntare la sveglia molto presto. Questo favorirà i colori naturali che andranno a confondersi con la luce dell’alba. Se invece non siete mattinieri, puntate sul tramonto. I colori risulteranno più caldi e rossicci, il risultato sarà incredibilmente sorprendente.

In Italia indicativamente il fenomeno inizia a fine settembre nelle zone settentrionali e alle quote più elevate, per estendersi fra fine ottobre e la prima metà di novembre alle aree dal clima più mite.

Come

foliage da fotografare

Le chiome degli alberi non presentano particolari problemi e possono essere riprese con la normale illuminazione dietro le spalle del fotografo. Ma le foglie possiedono una caratteristica da sfruttare: sono semitrasparenti e se fotografate con il sole dietro, si accendono; da provare allora scatti in controluce totale o parziale, con il sole laterale.

Alternativa artistica

Se invece vogliamo evidenziare la trama di una foglia autunnale è necessaria fissarla su un supporto trasparente e fotografarla in controluce, riempiendo con la foglia l’intero fotogramma.

Con il digitale, al ritorno a casa, Photoshop ci può aiutare a rinforzare gli effetti cromatici con il comando Saturazione (Immagine > Regolazioni > Tonalità > Saturazione), evitando però di indurre fastidiose sfumature artificiali e non superando quindi una percentuale superiore all’8%.

Con lo smartphone…

Se non avete con voi compatte o macchine professionali, divertitivi con il vostro smartphone. Il risultato sarà comunque un’esplosione di colori, prediligete però una giornata soleggiata in modo da catturare tutte le sfumature dei raggi solari che vanno ad infrangersi sulle foglie e sui rami quasi secchi.

Le vie per ammirare questo fenomeno sono infinite, condividete con noi i vostri scatti con l’hashtag #foliagefotoregali, pubblicheremo sui nostri profili le foto più belle.

{ 0 commenti… add one }

Forza, Lascia un Commento!